METODO E SCRITTURA GIURIDICA – Estate 2022 -


Il corso è a numero chiuso (30 posti).

L’obiettivo e il metodo del corso

L’obiettivo del corso è implementare in tempi rapidi il metodo e la capacità di scrittura giuridica del discente. È un obiettivo importante, per diverse ragioni:

  1. La formazione universitaria è essenzialmente incentrata sull’acquisizione di contenuti, normalmente in forma orale, come del resto è logico attesa la novità della materia giuridica rispetto alla formazione della scuola secondaria;
  2. La scrittura giuridica è molto diversa, per stile e funzioni, dalla scrittura letteraria;
  3. L’attitudine alla scrittura giuridica si sviluppa con il tempo, e si implementa con l’esercizio, lavorando anche sulla linearità del pensiero;
  4. Lo stile di un tema è il veicolo dei suoi contenuti: un elaborato carente dal punto di vista stilistico non può essere apprezzato dalla Commissione, perché fallisce nella sua dimensione scientifica e comunicativa. Esso non è in grado di presentare questioni giuridiche elaborando, attraverso argomentazioni condivisibili, una o più tesi;
  5. Gli errori di scrittura (grammaticali, di impostazione, di linearità, di chiarezza, anche grafica) sono autoevidenti e percepibili in modo analogo da tutti i Commissari senza alcuna discrezionalità;
  6. Per scrivere bene è necessario progettare con attenzione il testo, mentre questa fase è spesso bypassata o trattata con superficialità.
  7. Lo scritto giuridico è un testo argomentativo: è necessario imparare a motivare la tesi che viene presentata, con l’ausilio dei criteri di interpretazione delle leggi. Un elaborato non argomentato è un testo compilativo che non raggiunge la sufficienza.

Il valore aggiunto è il metodo di studio, frutto dell’esperienza decennale dei docenti.

Il metodo

Gli studenti acquisiranno il metodo di studio del docente. Si cimenteranno:

  1. nella lettura e nell’analisi della traccia;
  2. nella progettazione del testo, attraverso la stesura della scaletta;
  3. nella revisione del testo.

 

Nella fase della progettazione, massima attenzione verrà rivolta:

  1. all’individuazione delle questioni giuridiche rilevanti;
  2. alla presentazione delle diverse tesi in grado di risolvere i problemi evidenziati;
  3. all’argomentazione delle tesi;
  4. alla redazione di un’introduzione di sistema e di conclusioni originali.

 

In questo modo il corso prepara lo studente ad affrontare qualunque traccia concorsuale.

L’applicazione del metodo viene personalizzata in relazione alle esigenze e al livello di preparazione del singolo studente, attraverso colloqui individuali con i docenti.

La verifica sull’apprendimento del metodo si svolge attraverso la correzione dei temi e i colloqui individuali con i docenti.

Gli strumenti del corso

Il corso si articola in lezioni della durata di 2 ore e in simulazioni di concorso. In particolare sono previsti:

  • 1 lezione di metodo tenuta dal cons. Marco Fratini;
  • 1 lezione sull’uso della punteggiatura, delle forme verbali, degli avverbi, sui periodi, sull’uso della lingua straniera e del latino, sugli errori grammaticali più frequenti e in generale sulle modalità attraverso le quali rendere il pensiero lineare e immediata la lettura del testo tenuta dall’avvocato dello Stato Lucrezia Fiandaca;
  • 1 lezione di spiegazione sull’analisi della traccia e dei vincoli nella stesura del tema, con indicazioni mirate su come redigere l’introduzione e le conclusioni, tenuta dall’avvocato dello stato Lucrezia Fiandaca;
  • 1 lezione sulle tecniche argomentative, sugli argomenti logici e retorici e sull’ordine di esposizione degli stessi, sull’analisi e sulla sintesi, sull’uso dei connettivi argomentativi e sulla redazione della scaletta tenuta dall’avvocato dello Stato Lucrezia Fiandaca;
  • 1 lezione di spiegazione di un tema precedentemente assegnato agli studenti, seguendo le direttive indicate nelle lezioni precedenti tenuta dall’avvocato dello Stato Lucrezia Fiandaca;
  • 6 simulazioni di concorso con tracce da svolgersi a cura dello studente (due di diritto civile, due di diritto penale e due di diritto amministrativo);
  • correzione individualizzata dei temi da parte dei docenti, con segnalazione degli errori sul compito e con indicazione dei consigli per migliorare;
  • scaletta di svolgimento delle tracce assegnate per le simulazioni;
  • tema svolto per comprendere come la traccia avrebbe dovuto essere sviluppata;
  • 1 sessione individuale su zoom modello one by one durante la quale l’avvocato dello Stato Lucrezia Fiandaca, all’esito delle correzioni, traccerà un profilo dello studente in relazione alla sua attitudine alla scrittura, con consigli personalizzati su come migliorare dal punto di vista della chiarezza, della pertinenza, della sintesi e della capacità argomentativa.

L’organizzazione e la struttura del corso

Il corso si compone di 5 incontri volti all’implementazione della scrittura giuridica, in modalità e-learning, e in sei simulazioni, seguendo il seguente calendario (16 luglio – 13 settembre 2022):

15 luglio: lezione sul metodo del Cons. Fratini;

16 luglio: simulazione di diritto penale;

22 luglio: lezione sull’uso della punteggiatura, delle forme verbali, degli avverbi, sui periodi, sull’uso della lingua straniera e del latino, sugli errori grammaticali più frequenti e in generale sulle modalità attraverso le quali rendere il pensiero lineare e immediata la lettura del testo;

23 luglio: simulazione di diritto civile;

29 luglio: lezione di spiegazione sull’analisi della traccia e dei vincoli nella stesura del tema, con indicazioni mirate su come redigere l’introduzione e le conclusioni;

30 luglio: simulazione di diritto amministrativo;

5 agosto: lezione di spiegazione di una traccia precedentemente assegnato agli studenti, seguendo le direttive indicate nelle lezioni precedenti.

6 agosto: simulazione di diritto penale;

26 agosto: lezione sulle tecniche argomentative, sull’analisi e sulla sintesi, sull’uso dei connettivi argomentativi e sulla redazione della scaletta;

27 agosto: simulazione di diritto amministrativo;

3 settembre: simulazione di diritto civile.

7 settembre: prima sessione di confronto individuale con il docente sul percorso svolto

8 settembre: seconda sessione di confronto individuale con il docente sul percorso svolto

13 settembre: terza (eventuale) sessione di confronto individuale con il docente sul percorso svolto.

Per la partecipazione alla sessione individuale è necessario prenotarsi via e mail.

Le simulazioni si tengono il venerdì e devono essere consegnate entro 5 giorni (entro le ore 23:59 del mercoledì successivo).

Il corso termina il 13 settembre 2022.

Luogo e giorni di lezione e simulazione

Le lezioni si svolgono il venerdì dalle ore 10 e rimangono disponibili fino al 31 ottobre 2021.
Le simulazioni si tengono il sabato e possono essere svolte entro 5 giorni (scadenza il mercoledì successivo)

Costi:

€ 850 nuovi iscritti

Promo iscrizione entro il 15 luglio:

€ 800 nuovi iscritti
Sono previsti sconti per coloro che hanno già frequentato un Corso di Metodo Magistrato e per coloro che si iscrivono al Corso annuale 2022/23.

Fare Futuro S.r.l.s. – C.F. / P. IVA: IT14720801001
PEC: farefuturosrls@pec.it
Sede Legale: Viale Bruno Buozzi 64 , 00197 Roma
Iscritta al registro delle imprese di Roma – Numero REA: 1541024

Scroll to Top